Dettaglio fotografia: Giulio Andreotti e Arnaldo Forlani